L'isola dell'Asinara_foto_Valentina_Guido_Addetta_stampa_Uniss

Uniss in onda su Linea Blu

Lunedì, 26 Luglio 2021

Ci sono anche i docenti e ricercatori dell’Università di Sassari tra gli esperti che hanno accompagnato Donatella Bianchi, conduttrice di Linea Blu, alla scoperta dell’Isola dell’Asinara. La nota trasmissione di RAI 1 ha dedicato la puntata del 17 luglio al Parco Nazionale con il quale l’Ateneo ha stabilito proficui rapporti di collaborazione per il monitoraggio della flora e della fauna.

Al minuto 15 circa del video, ora disponibile su RaiPlay, si possono rivedere le interviste rilasciate da Simonetta Bagella, professoressa di Botanica sistematica dell’Università di Sassari, e da Pier Paolo Roggero, direttore del Dipartimento di Agraria, professore di Agronomia e Coltivazioni erbacee.

GUARDA LA PUNTATA DI LINEA BLU: https://bit.ly/3zQ1Skr

Le attività descritte nella puntata sono solo una piccola parte di quelle che l’Università di Sassari realizza sull’Asinara in convenzione con il Parco Nazionale. Oltre ad Agraria, collaborano anche i Dipartimenti di Economia, Chimica e Farmacia, Giurisprudenza e Architettura, Design e Urbanistica.

Il gruppo di lavoro di Botanica ed Ecologia Vegetale dell’Università di Sassari svolge presso il Parco Nazionale dell’Asinara attività di ricerca scientifica e attività didattiche.  

Le attività di ricerca scientifica sono finalizzate alla conoscenza dello stato di conservazione delle specie e degli habitat presenti nell’isola, in particolare di quelli indicati come cruciali dalla Direttiva Habitat o inclusi nelle liste Rosse della IUCN (Unione mondiale per la conservazione della Natura). Attualmente è in corso una ricerca per l’attuazione delle misure di conservazione e l’aggiornamento dati del Piano del Parco. L’attività è focalizzata su 8 specie vegetali per le quali deve essere definito l’areale di distribuzione, la dimensione e la struttura delle popolazioni e il loro successo riproduttivo, i principali fattori di pressione, con particolare attenzione al disturbo legato alla presenza degli erbivori. I dati sono raccolti con metodi standardizzati e ripetibili nel tempo per poter valutare, attraverso il monitoraggio, l’efficacia gestionale dell’area protetta. Tra le specie monitorate spiccano per rilevanza le due endemiche esclusive della Sardegna, prioritarie ai sensi della Direttiva Habitat: fiordaliso spinoso (Centaurea horrida Badarò) e buglossa delle spiagge (Anchusa crispa Viv. subsp. crispa). 

Per quanto riguarda le attività didattiche il Parco dell’Asinara è un laboratorio a cielo aperto per gli studenti dei corsi di laurea in Scienze Naturali e Gestione dell’ambiente e del Territorio che svolgono nell’isola esercitazioni e attività di tirocinio.