RestArt: un festival d’arte online dedicato alla giustizia riparativa

Mercoledì, 2 Dicembre 2020

SASSARI. Il 2020 è l'anno in cui si celebra il 20° anniversario dell’European Forum for Restorative Jutice. Per festeggiare, l'organizzazione ha creato REstART, un festival d'arte online, primo nel suo genere, che riunisce opere d'arte di alta qualità che esplorano la giustizia riparativa e i loro creatori. I collaboratori del festival provengono da dieci Paesi diversi e tre diversi continenti. E’ coinvolto il gruppo delle Pratiche di giustizia riparativa dell’Università di Sassari. L’evento, iniziato il 30 novembre, si concluderà sabato 5 dicembre. Proprio sabato, alle 16.00, si terrà la premiazione del virtual art contest indetto dalla Vermont Law School “Reimagining Justice”. Al primo posto si sono classificati Bourama Diarra, Giulia Villa, e Alessia Carboni del Liceo Artistico “F. De Andrè” di Tempio-Olbia, che hanno presentato un’opera intitolata The Goddess of Time (più informazioni sul contest qui: http://vermontlaw.edu/rj-art).

Il team delle Pratiche di Giustizia Riparativa dell’Università di Sassari ha coordinato la realizzazione di due mostre fotografiche virtuali esposte al REstART Festival: una proveniente da detenuti e studenti di Tempio Pausania, prima città riparativa italiana; l’altra dalla cooperativa sociale di Nuoro “Ut Unum Sint”.

A causa della pandemia l'intero programma si svolgerà online sulla piattaforma Zoom. La partecipazione è gratuita; è possibile registrarsi a questo link.  REstART raccoglie sarà vetrina di film e documentari sulla giustizia riparativa, ospiterà una produzione teatrale con artisti detenuti, una presentazione di un libro che mette in discussione i sistemi di giustizia tradizionali, un laboratorio di fumetti, mostre fotografiche e un concerto per pianoforte. I partecipanti possono prender parte agli incontri in diretta con gli artisti, gli attivisti e i professionisti coinvolti nelle produzioni.

Il programma completo è pubblicato sul sito https://www.euforumrj.org/en/REstART